Le prime attività del progetto "Mondo a colori", archetipo da cui è derivato il Laboratorio ArtiBus, risalgono al dicembre del 1998: nell’ambito dell'esposizione d’arte "Contemporaria", a Vasto, furono realizzati i primi due incontri creativi dedicati ai bambini. Nel settembre del 1999 l’Istituto San Gabriele di Vasto mise a disposizione le proprie aule per il primo corso annuale di disegno, pittura e ceramica dedicato ai bambini e ai ragazzi. Avvicinare i giovanissimi all’arte attraverso un approccio ludico ed espressivo risultò un’assoluta novità per il territorio, il che favorì l’instaurarsi di molteplici collaborazioni con le scuole ed gli enti locali.

Le attività di Mondo a colori così entrarono nelle Scuole dell’Infanzia e Primaria, fino a proporre workshop tematici anche all’Università.

In ambito espositivo nell’estate del 2002 nacque la rassegna denominata IncontrArti, riservata agli artisti emergenti. Negli anni l’iniziativa, evolutasi, fu connessa allo storico Premio Vasto d’arte contemporanea.

Nel 2004 il desiderio di ampliare l’offerta culturale e didattica spinse i soci all’allestimento di un nuovo spazio autonomo, individuato nell’attuale atélier di Via Messina a Vasto.

Nel 2006 il Laboratorio intraprese, insieme ai Servizi educativi dei Musei Civici di Vasto, un percorso di didattica museale denominato Archeomagia (2006-2010), appuntamenti di lavorazione dell’argilla, decorazione ceramica, mosaico, disegno e pittura, coinvolgenti centinaia di bambini e spesso anche le loro famiglie. Nel far ciò ArtiBus strinse rapporti di collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo e con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Abruzzo.

Nel campo dell’inclusione il Laboratorio ha sia curato proposte coinvolgenti i Servizi Sociali di Vasto sia sviluppato, presso la propria sede, il progetto denominato PrimaVera.

Di seguito l'elenco dettagliato delle iniziative più recenti.

Elenco iniziative